News

Inserto il Domenica 15 Marzo 2015

VENERDÌ 13 MARZO CON ENZO GARELLI SI È PARLATO DI MILLE MIGLIA AUTOMOBILISTICA

Venerdì 13 Marzo presso il ristorante “TRE LIMONI D’ ORO” di Mondovì si è tenuto il secondo meeting di questo 2015 del Panathlon Club Mondovì. Ad animare la serata è stato l’ imprenditore e pilota monregalese ENZO GARELLI, il quale, insieme con il proprio navigatore Elio Garelli, anch’ egli monregalese, ha intrattenuto i numerosi partecipanti sul tema “LE MILLE MIGLIA: DAL 1927 AL 2014”. 

Enzo Garelli ha iniziato il proprio intervento illustrando la storia dell a Mille Miglia Automobilistica, partendo da quella storica, ossia quella tenutasi dal 1927 al 1957 e vinta da piloti quali Tazio Nuvolari, Alberto Ascari, Stirling Moss ed Enzo Ferrari (per lui ben 8 successi), che era una gara di mera e semplice velocità (vinceva chi impiegava meno tempo), ed arrivando a quella moderna, che è iniziata nel 1977 e che è diventata una gara di regolarità.

Successivamente l’ ospite ha parlato della propria esperienza personale in questa corsa, con particolari menzioni per l’ ultima edizione, quella del 2014, che lo ha visto vincere davvero alla grande proprio in compagnia del navigatore Elio Garelli.

Infine i soci hanno sottoposto Enzo Garelli un vero fuoco incrociato di domande per soddisfare curiosità ed avere notizie più particolari sulla gara e sulle auto partecipanti, domande a cui l’ ospite ha risposto sempre con grande cortesia e precisione.


Inserto il Domenica 14 Settembre 2014

VENERDÌ 12 SETTEMBRE CON IL DOTTOR MASSIMILIANO REBAUDENGO SI È PARLATO DI JU JUTSU

Venerdì 12 Settembre presso lo SPORTING CLUB di Mondovì si è tenuto il sesto meeting del 2014 del Panathlon Club Mondovì, primo dopo la pausa estiva. Ad animare la serata è stato il Dottor MASSIMILIANO REBAUDENGO, Presidente dell’ Associazione Sportiva di JIU JITSU “A.S.D. FU SHINDO RYU” di Mondovì, il quale ha intrattenuto i numerosi partecipanti sul tema “ JIU JITSU: la Dolce Arte-l’ Arte dei Samurai”.  

Il Dottor REBAUDENGO ha iniziato il proprio intervento illustrando la storia del Jiu Jitsu, che è un'arte marziale giapponese ed una vera e propria filosofia di vita, il cui nome deriva da jū ("flessibile", "cedevole", "morbido") e jutsu ("arte", "tecnica", "pratica"). Veniva talvolta chiamato anche taijutsu (arti del corpo) oppure yawara. Il jūjutsu era praticato dai bushi (guerrieri), che se ne servivano per giungere all'annientamento fisico dei propri avversari, provocandone anche la morte, a mani nude o con armi.
Il jūjutsu è un'arte di difesa personale, che basa i suoi principi sulle radici del nome originale giapponese: Hey yo shin kore do, ovvero "Il morbido vince il duro". In molte arti marziali, oltre all'equilibrio del corpo, conta molto anche la forza di cui si dispone.

Nel jujitsu, invece, la forza della quale si necessita proviene proprio dall'avversario: pertanto più si cerca di colpire forte, maggiore sarà la forza che si ritorcerà contro. Il principio, quindi, sta nell'applicare una determinata tecnica proprio nell'ultimo istante dell'attacco subito, con morbidezza e cedevolezza, in modo che l'avversario non si accorga di una difesa e trovi, davanti a sé, il vuoto. Successivamente il relatore ha illustrato l’ attività più propriamente sportiva dell’ A.S.D. FU SHINDO RYU Mondovì, ricordando i numerosi successi ottenuti negli anni, fra cui spicca la vittoria della Coppa Italia 2012.
Infine i soci hanno sottoposto l'ospite ad un vero fuoco incrociato di domande per soddisfare curiosità ed avere notizie più particolari sul Jiu Jitsu, domande a cui il Dottor Rebaudengo ha risposto sempre con grande cortesia e precisione.


[ 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 ]